La guida di venezia

Tour di venezia, guida alla città e non solo..



turisti per caso


Viaggi Europa

Contatti

 


La storia | Visitare Venezia | Ristoranti Venezia | Locali Venezia | Arte e Cultura Venezia
| Trasporti Venezia | Comune di Venezia| Partners Link | Segnala Sito


Il sito è una pratica guida di venezia e inoltre nasce con lo scopo di aiutare la navigazione e la ricerca nel web, con la selezione e offerta di una serie di link a molti siti di contenuti utili.



Negozi a venezia
Negozi a venezia
hotel a venezia
Hotel a Venezia
Taxi per Hotel Centro
cartina mappa di venezia
Mappa e Cartina
Parcheggi Venezia
Taxi Aeroporto Venezia
eventi a venezia
Eventi venezia
telecamera venezia
WebCam Canal Grande
tempo meteo venezia
Tempo venezia
viaggi lowcost
Viaggi
voli lowcost
Voli low cost
migliori hotel italia
Hotel in Italia
lastminute viaggi
Tour Operator Lastminute
Incontri a venezia
Incontri
prestiti, calcola rata
Finanziamenti-Prestiti-Mutui
affitti appartamenti
Affitti appartamenti e locali
cerco lavoro venezia
Cerco Lavoro a venezia
occasioni a venezia
Le occasioni a venezia
ricette cucina
Ricette e Cucina
Tutto sulla casa, impianti, condizionatori, energia
Condizionatori
Impianti Fotovoltaici
Formazione professionale italia istituti
Corsi di formazione
Patente europea
Corsi informatica


Notizie, eventi e novità sempre aggiornate sulla città di Venezia e sul Mondo: Rss

  • Seattle: sospetto di origini turche BURLINGTON - L'uomo sospettato della strage di venerdì sera nel centro commerciale Cascade Mall di Burlington, vicino a Seattle, é di origini turche e non ispaniche come si pensava inizialmente e in passato era stato arrestato una volta nella Contea di Island per aggressione. Lo ha detto lo sceriffo della Contea, Mike Hawley, durante una conferenza stampa. Arcan Cetin, questo il nome dell'uomo, sospettato di avere ucciso cinque persone, é emigrato dalla Turchia e vive legalmente negli Usa ad Oak Harbor, una cittadina a circa 45 chilometri da Burlington, la località dove é avvenuta la strage.
  • Usa: sparatoria a Baltimora NEW YORK - Sette feriti. E' il bilancio di una sparatoria a Baltimora. Secondo quanto riferito dalla polizia, fra le vittime ci sarebbe anche un bimbo di tre anni.
  • Ue contro attacchi a civili ad Aleppo ROMA - L'attacco di sabato contro i civili ad Aleppo "rappresenta una violazione della legge umanitaria internazionale". E' quanto hanno affermato il capo della politica estera dell'Ue Federica Mogherini e il commissario agli affari umanitari Christos Stylianides in un comunicato riportato dai media. "L'indiscriminata sofferenza causata a civili innocenti... - scrivono - è una inaccettabile violazione della legge umanitaria internazionale".
  • Charlotte: nuove proteste NEW YORK - Nuove proteste a Charlotte per l'uccisione dell'afroamericano Keith Lamont Scott. Per la quinta serata consecutiva i manifestanti scendono in piazza e questa volta chiedono alla polizia la pubblicazione dell'intero video in suo possesso, non solo degli spezzoni resi noti. I video della polizia non spazzano via i dubbi e non chiariscono se Scott avesse o meno un'arma. Nel video pubblicato si vede Scott uscire dalla sua auto, camminare all'indietro prima di essere raggiunto da quattro colpi di pistola.
  • Sparatoria Seattle, fermato un sospetto ROMA - Una persona è stata fermata in relazione alla sparatoria di ieri in un centro commerciale a Burlington, vicino Seattle, dove sono rimaste vittime cinque persone. In un tweet, il Dipartimento d'Emergenza della Contea di Skagit ha affermato che "il sospettato è in custodia". Nessun altro dettaglio è al momento disponibile. A ore è in programma una conferenza stampa.
  • Sparatoria Seattle, fermato un sospetto ROMA - Una persona è stata fermata in relazione alla sparatoria di ieri in un centro commerciale a Burlington, vicino Seattle, dove sono rimaste vittime cinque persone. In un tweet, il Dipartimento d'Emergenza della Contea di Skagit ha affermato che "il sospettato è in custodia". Nessun altro dettaglio è al momento disponibile. A ore è in programma una conferenza stampa.
  • Hacker contro Pippa, un arresto ROMA - Un uomo di 35 anni è stato arrestato ieri sera dalla polizia britannica in relazione all'inchiesta sull'intrusione di hacker nell'iCloud di Pippa Middleton, sorella di Kate, con il furto 3.000 foto. Lo scrive il Guardian. Secondo Scotland Yard l'uomo è stato prelevato nel Northamptonshire e messo sotto custodia in una stazione di polizia di Londra sud. Fotografie private sarebbero state offerte al Sun e al Daily Mail attraverso messaggi criptati di WhatsApp. Il Sun ha precisato che qualcuno che usava uno pseudonimo ha chiesto 50.000 sterline entro 48 ore.
  • Napoli: Hamsik fa cento "Bel traguardo" ROMA - "Contava vincere qui in casa e l'abbiamo fatto contro una squadra tosta. Siamo contenti della vittoria": così Marek Hamsik protagonista della vittoria del Napoli sul Chievo e che con questa marcatura ha raggiunto i 100 gol segnati con la casacca azzurra. "I 100 gol col Napoli? E' un bellissimo traguardo, sono contentissimo ma più di questo contano i risultati - le sue parola a 'Premium' a fina gara - Siamo in alto in classifica e questo è l'importante, abbiamo iniziato bene e dobbiamo continuare così. Adesso pensiamo alla Champions, il Benfica è una squadra difficile, abituata a giocare in Europa. Abbiamo fatto una vittoria fuori casa e se riusciremo a fare punti anche in casa passeremo il turno".
  • Calcio: Napoli-Chievo 2-0 ROMA - Tutto facile per il Napoli che nel secondo posticipo della 6/a giornata batte al San Paolo il Chievo e torna in scia della Juventus: 15 punti per i campioni d'Italia, uno in meno per gli azzurri di Sarri che hanno liquidato 2-0 l'undici di Maran. A decidere il match il redivivo Manolo Gabbiadini (24' pt) e Marek Hamsik (39' pt). Successo netto quello dei partenopei dopo il pareggio di Marassi che ridà smalto alla loro ambizioni di classifica e gli dà la giusta carica anche in vista dell'impegno di Champions. Iniziale panchina per Milik, a cui Sarri all'inizio preferisce, ben ripagato, Gabbiadini. Nella ripresa spazio anche per Mertens e Allan. I clivensi, meno brillanti rispetto alle ultime uscite, reclamano un rigore non concesso per fallo di Koulibaly su Flore Flores lanciato a rete, un po' troppo poco per farli recriminare sul risultato.
  • Trump, a dibattito invito ex fiamma Bill NEW YORK - Donald Trump minaccia Hillary Clinton: ''se lo stupido Mark Cuban siedera' in prima fila al dibattito, allora forse potrei invitare Gennifer Flowers!''. La minaccia, vera o per scherzo, arriva su Twitter e segue la proposta di Hillary di invitare Cuban, abituale critico di Trump, al primo dibattito televisivo. Trump replica con la possibilita' di invitare Flowers, che in passato e' stata una delle fiamme dell'ex presidente Bill Clinton.
  • Ligue1:ok Monaco, Balotelli niente Nizza ROMA - Il Nizza non potrà contare su Mario Balotelli domani a Nancy per cercare di riprendersi la vetta della Ligue1 che vede stasera solo in vetta il Monaco, vittorioso 2-1 sull'Angers, con 16 punti.'SuperMario' non figura infatti tra i convocati di Lucien Favre per il match di domani pomeriggio in Lorena: un problema agli adduttori ha frenato il n.9 che salterà la trasferta ma che è tornato nei radar del ct azzurro Giampiero Ventura che, come tutti i colleghi di Balotelli che giocano all'estero, lo ha pre-convocato in vista del doppio impegno dell'Italia per le qualificazioni mondiali. Una pratica automatica che però, considerando anche l'ottimo approccio alla Ligue1 dell'ex Milan e Inter in questo inizio di stagione, potrebbe riaprirgli prossimamente le porte della nazionale. In serata intanto il Monaco ha battuto per 2-1, con qualche sofferenza e dopo essere stato sotto, l'Angers: i gol di Diedhiou (10' st), Glik (21' st), Nwakaeme (autogol 36' st).
  • Napoli: curva B "Sarri nuno di noi" -
  • Basket: Avellino in finale Supercoppa ASSAGO (MILANO) - Una tripla di Ragland sulla sirena spedisce Avellino in finale della 'Macron Supercoppa Italiana'. Il playmaker americano, con la squadra irpina sotto 72-71, ha realizzato un tiro da tre punti in condizione di precario equilibrio dopo l'ultimo time out di coach Sacripanti ed eliminato i detentori della coppa (74-72). "È stata la zampata del campione - la carezza di Sacripanti -, sono fortunato ad averlo in questa fase di carriera perché ha capito l'importanza di essere leader". Ragland con 18 punti è stato il miglior marcatore della gara, assieme ad Achille Polonara che con gli ultimi due tiri liberi a 2'' dal termine aveva dato un minimo vantaggio agli emiliani. "Potevamo chiuderla prima - commenta con un pizzico di amarezza l'allenatore di Reggio Emilia Max Menetti - ma non ci siamo riusciti per alcune palle perse e per altri dettagli che in questa fase della stagione ci possono stare. Un vero peccato".
  • Rally di Roma:Peugeot Andreucci in testa ROMA - Gara bella, difficile e che ha messo a dura prova uomini e mezzi. Il 4° Rally di Roma Capitale, valido come settima delle otto prove del Campionato Italiano Rally, ha emesso oggi i primi verdetti con tanti colpi di scena. Ad ottenere il massimo del punteggio in chiave tricolore sono stati Paolo Andreucci e Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16 R5 che hanno chiuso al comando con 5 decimi di secondo su Umberto Scandola e Guido d'Amore, Skoda Fabia R5, e 33''1 su Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, Ford Fiesta R5. La dura tappa odierna, che ha visto tre passaggi sulle prove speciali di Bellegra "Vittelia" e Rocca di Cave "Tito Livio" e, due sulla Rocca S.Stefano "Rocca D'Equi", ha visto davanti in apertura Giandomenico Basso e la sua Ford. Il pilota veneto ha condotto fino alla quinta delle dieci prove in programma per poi dover lasciare il comando, causa un improvviso stop della sua Ford, ferma in prova per una ventina di secondi, a Paolo Andreucci con la Peugeot 208 T16 R5.
  • Depardieu, l'informazione è pornografia ROMA - Non ha deluso le attese Gerard Depardieu oggi a Roma alla Feltrinelli in Galleria Alberto Sordi per presentare il suo libro 'Innocente' (Edizioni Clichy). L'incontro con il pubblico è diventato un trascinante 'j'accuse' nel quale, in un personalissimo italiano francesizzato, l'attore ha sparato a zero sulla stampa ("l'informazione è pornografia"),sui politici (tutti, bugiardi'', ''ma fanno tanto sesso''), il cinema (''non esiste più'') e Daesh (''è cattivo e ignorante''). Il suo "Innocente", ha spiegato in una saletta stracolma di gente, ''vuole essere soprattutto una denuncia contro l'informazione, che è diventata tutta pornografia, e contro i giornalisti. Io mi rivolto contro l'aggressività dei media. Chi fa informazione in questo tempo reale del web, fa merda. Non si cerca la verità, ma si macinano continuamente i temi più diversi, puntando solo sugli elementi sensazionalistici. Buttate i telefoni e ascoltate la vita''.
  • Premier: Conte pesante ko contro Wenger ROMA - Pesante ko per Antonio Conte: il suo Chelsea è uscito sconfitto 3-0 nel big match della 6/a giornata di Premier contro l'Arsenal all'Emirates. Pessimo l'avvio dei Blues sotto di due gol dopo nemmeno un quarto d'ora (11' Sanchez, 14' Walcott), punteggio poi arrotondato a fine primo tempo da Ozil (40'). Con la vittoria odierna la squadra di Arsene Wenger sale a 13 punti in classifica, staccando il Chelsea che resta a 10, a -8 dal rullo Manchester City che ha oggi battuto 3-1 in trasferta lo Swansea di Guidolin, sempre più a rischio panchina. Mattatore della gara il 'Kun' Aguero, autore di una doppietta (9' pt e 20' st). La terza rete del City porta la forma di Sterling (27' st). Cinquina del Liverpool che umilia l'Hull City con le reti di Llallana, Milner (doppietta), Mane e Coutinho e sale a 13 punti in classica, uno in meno del Tottenham corsaro (2-1) sul campo del Middlesbrough. L'Everton, fino ad oggi secondo in classifica, perde a Bournemouth 1-0.
  • Gentiloni a Boston, colloqui Kerry e Ue NEW YORK - Il ministro degli esteri Paolo Gentiloni e' oggi a Boston per colloqui informali tra Stati Uniti e ministri europei. Partecipano all'incontro del formato "Quintet più UE" alla Tufts University il segretario di Stato John Kerry, l'Alta Rappresentante UE Federica Mogherini, il ministro degli esteri francese Jean Marc Ayrault, il britannico Boris Johnson e il tedesco Frank-Walter Steinmeier. In agenda i maggiori temi internazionali, tra cui la Siria.
  • Allegri,vinto partita con spirito giusto ROMA - ''Una partita che abbiamo portato a casa con lo spirito giusto, prendiamoci questi tre punti anche se dobbiamo migliorare''. Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, analizza così la vittoria della sua squadra a Palermo. ''Mi è piaciuto - aggiunge Allegri ai microfoni di Sky - che in dieci abbiamo portato a casa il risultato, gli attaccanti si sono sacrificati molto'' .
  • Juve:Bonucci, di positivo solo risultato ROMA - "Di positivo c'è solo il risultato, dobbiamo migliorare sotto tutti i punti di vista''. Non si nasconde ai microfoni di Premium Sport, il difensore della Juventus Leonardo Bonucci dopo la vittoria difficile contro un bel Palermo: ''Quello che abbiamo dato oggi sul campo non basta ma dobbiamo ripartire dalle cose positive: nelle ultime due gare abbiamo fatto 6 punti non prendendo gol. Abbiamo sbagliato tanto tecnicamente, dobbiamo essere concentrati sempre perché poi rischiamo di compromettere le gare. L'obiettivo in Champions? Ovviamente da stasera - aggiunge Bonucci - la testa dovrà essere solo alla gara contro la Dinamo Zagabria. Dobbiamo vincere la prima gara del girone perché passare il turno è un obbligo per noi".
  • Migranti:Roberti,ok Italia che alza voce BARI - "Ha fatto bene il nostro governo a battere i piedi con gli altri Paesi europei sul tema dell'immigrazione. Fingere che il problema sia soltanto di Grecia e Italia e che non riguardi tutta l'Europa è inaccettabile". Così da Bari il procuratore nazionale Antimafia, Franco Roberti, parlando agli studenti di alcuni licei. "Dobbiamo farlo capire ai nostri partner europei, questa battaglia è fondamentale per il futuro. Credo - ha detto Roberti - che il 'Migration compact' proposto dall'Italia sia la strategia giusta, creando opportunità di sviluppo nei Paesi di provenienza". Roberti ha tenuto però a chiarire che "terrorismo e immigrazione clandestina sono due fenomeni diversi. Dobbiamo sfatare questo mito usato soltanto per alzare barriere e muri contro i migranti. È capitato che soggetti predisposti a percorsi di radicalizzazione siano arrivati così, ma i terroristi già formati non vengono certamente con i barconi. Coloro che hanno compiuto gli attentati in Francia e Belgio sono cittadini europei".